Alma Mater Università degli Studi di Bologna dal 2017/18
Università degli Studi della Repubblica di San Marino Corso di Laurea triennale in Design Corso di Laurea Magistrale in Design

programmi dei corsi

MATERIALI E INNOVAZIONE PER IL DESIGN

docente: Gianpietro Gai

obiettivi

Il corso vuol fornire allo studente i mezzi - ovvero conoscenze fondamentali e metodo di ricerca - che gli permettano di attingere alla tecnologia in modo autonomo e ragionato, per impiegarla con efficacia nello sviluppo delle proprie idee: si insisterà sulla necessità di operare, in ogni fase del progetto, un approfondimento della conoscenza tecnologica ed un'applicazione integrata dei sistemi disponibili, dai più recenti a quelli consolidati, cercando di evitare approcci fuorvianti da "fanatismo tecnologico" che portino a scelte emotive inadeguate.

Dal cartoncino piegato alla manifattura additiva - tecniche come stampa 3D o LMD, Laser Metal Deposition - passando per colla e legno multistrato, o per la laminazione manuale o robotizzata dei compositi, ogni tecnica va valutata ed applicata dov'è più adatta.

Si vuole promuovere un atteggiamento aperto e ricettivo, ma allo stesso tempo critico, rispetto allo stato dell'arte di industria e metodi di produzione. Si evidenzierà la necessità di conoscere ed approfondire - attraverso la ricerca -  tecnologie, materiali e costi, sin dall'avvio del progetto ed in tutte le sue fasi: dalla realizzazione di modelli di studio, all'affinamento e costruzione di modelli più dettagliati, estetici o funzionali, fino allo sviluppo di prototipi, alla pre-produzione ed alle scelte per una eventuale produzione in serie.

descrizione progetto

Agli studenti verrà chiesto di formare un "pool di lavoro", ovvero un gruppo di ricerca ed approfondimento che dovrà lavorare intorno ad una rosa di argomenti relativi a materiali e tecnologie, con particolare attenzione a sistemi digitali e CNC. Si tratterà quindi di cercare, discutere ed individuare dei nuclei di conoscenza di particolare interesse, volti a definire delle idee di progetto che ciascuno studente, nelle officine della facoltà, dovrà poi sviluppare fino ad un prototipo, attraverso la realizzazione di modelli di studio, sia estetici che funzionali, parziali o complessivi.

La prima parte dello sviluppo consisterà in laboratori intorno a micro-progetti, orientati a comprendere materiali, meccanismi e tecnologie di particolare rilievo, dai sistemi di assemblaggio alla manifattura additiva. E' previsto - qualora possibile - sia l'intervento di uno o più relatori esterni,specialisti nei settori di volta in volta interessati dalle ricerche, che la visita di enti esterni all'Università.

modalità esame

L’esame consisterà nel presentare ricerche, modelli e manufatti realizzati durante il semestre, e nel rispondere ad alcune domande inerenti i concetti esposti nel corso delle lezioni.

bibliografia

Bibliografia, filmografia e sitografia verranno esposte nel corso delle lezioni.

 

Gai_1

 

Modello di studio di braccio ad articolazione idraulica  realizzato attraverso l'uso di cartone e siringhe.

(Crediti: "The Q design", Dailymotion - www.dailymotion.com/TheQBS2 - www.dailymotion.com/video/x5txsho)

 

 

Gai_2

 

"Airics Arm": Braccio robotico con muscoli pneumatici, biomimesi di un braccio umano.

(crediti: FESTO - AG www.festo.com/group/en/cms/10247.htm)

 

Gai_3

 

"Wearable Chairless chair", sedia non sedia indossabile.

(Crediti: Noonee Zurigo - http://www.noonee.com/en/ )

 

Gai_4

 

Esoscheletro indossabile (potenziato).

(Crediti: PERCRO LAB, Scuola superiore S.Anna di Pisa - www.percro.org/  www.santannapisa.it/it/news/laboratorio-percro-il-primo-esoscheletro-italiano-amplificare-la-forza)

multimedia