Alma Mater Università degli Studi di Bologna dal 2017/18
Università degli Studi della Repubblica di San Marino Corso di Laurea triennale in Design Corso di Laurea Magistrale in Design

Giorgio Ruggeri

Giorgio Ruggericollaboratore alla didattica
› lt - Storia delle comunicazioni visive


profilo biografico

Giorgio Ruggeri (San Benedetto del Tronto, 1991) è un designer della comunicazione visiva. Studia Progettazione grafica e comunicazione visiva all'ISIA di Urbino, dove nel 2015 si diploma con una tesi sulla storia del graphic design nella DDR. Entra a far parte della redazione digitale e successivamente nel comitato redazionale di Progetto grafico. Si trasferisce a Vilnius, dove frequenta la specialistica in Visual Communication Design della Vilnius Academy of Arts e lavora come designer indipendente. Consegue un Erasmus+ presso la Hochschule Düsseldorf e nel 2018 si laurea a con una tesi sul design per la divulgazione storica attraverso il web. Nello stesso anno si sposta a Milano, dove continua la sua attività indipendente e collabora con studi di graphic design, occupandosi di progettazione di identità visive, design per l'editoria e per il web.

pubblicazioni

G. Ruggeri, "Open History. Designing the Popularisation of Historical Knowledge Through the Web", VAA Press (Vilnius), in corso pubblicazione

G. Ruggeri, "La storia digitale è [anche] una questione di design / Digital History is [also] a Matter of Design", in eds. Serena Brovelli, Claude Marzotto, Silvia Sfligiotti, Progetto grafico – Qui, Altrove / Here, elsewhere, n.32, AIAP (Milano) ISSN 1824-1301, autunno 2017, pp. 73-83

G. Ruggeri, "The Case of Pavel Pavel", in eds. Giuseppe Digeronimo, Davide Giorgetta, Valerio Nicoletti e Riccardo Rudi, Athanor №5, febbraio 2016

G. Ruggeri, "I poster della Progress Film / The Progress Film Posters", in eds. Carlo Vinti e Davide Fornari, con Riccardo Falcinelli, Progetto grafico – Committenza / Clients and Patrons, n.29, AIAP (Milano) ISSN 1824-1301, primavera 2016, pp.114-121

interessi di ricerca

La sua attività si muove nell'ambito delle Digital Humanities, concependo il design come strumento di mediazione, divulgazione e creazione della conoscenza.

multimedia